il processo di elettroerosione

Charmille 640 CC

L’ elettroerosione è una tecnologia di lavorazione che utilizza le capacità erosive delle scariche elettriche ed è utilizzabile solo su buoni conduttori, in particolare quindi sui metalli. Tale tecnologia permette all'azienda di Sesto Calende di poter lavorare metalli di qualunque durezza (acciai speciali e rapidi, metalli duri eccetera) oppure induriti con trattamenti termici o chimici (temprati, carburati eccetera). La durezza del materiale da lavorare ha infatti un'influenza secondaria per quanto riguarda la velocità d'asportazione o l'energia da utilizzare durante la lavorazione. Le macchine 640 e 240 a disposizione della Luigi Miglioranza permettono la lavorazione del pezzo creando figure geometriche o volumetriche grazie al fatto che l'elettroerosione non necessita di un utensile rotante: con questa tecnica è dunque possibile ottenere spigoli netti, creare nervature e cavità con forme o profili non realizzabili con altre tecnologie. Vi è inoltre la possibilità di ottenere una rugosità più o meno pronunciata a seconda del grado di finitura delle superfici lavorate e delle tolleranze richieste.

Charmille Robofil 640 CC High-Speed

Charmille 640 CC

Dimensione massima pezzo: 1400x1000x550
Corsa: 800x500x500

Charmille Robofil 240 CC

Charmille Robofil 240 CC

Dimensione massima pezzo: 1000x550x220
Corsa: 350x220x220

MICROFORATRICE

Microforatrice

Possibilità di eseguire fori da 0.2 a 3 mm.

Corsa: da 300x200x350

Dimensioni pezzo: 650x350x200

Share by: